Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

ASSEGNO UNICO 2022.
Dettagli e Calcolo.

Da marzo 2022 entra in vigore il nuovo assegno unico per i figli (dal settimo mese di gravidanza fino a 21 anni). Vediamo cosa sostituisce e quali sono i requisiti e le caratteristiche:

 

Da quando verrà erogato:

Inizio erogazione dal 1 marzo 2022.



Cosa sostituisce:

Il nuovo assegno assorbirà gli assegni per il nucleo familiare, le detrazioni per figli a carico, l’assegno erogato dai Comuni per i nuclei con almeno 3 figli minori, il premio alla nascita e il Bonus bebè.

Caratteristiche:

L’ assegno unico universale NON fa reddito.
L’assegno   unico   è   cumulabile   con   altre    misure    di    aiuto. Verrà accreditato direttamente sul conto corrente e non più in busta paga
.

Chi può farne richiesta:

  • Chi ha figli minori fiscalmente a carico. Chi è al 7° mese di gravidanza.
  • Chi ha figli fiscalmente a carico (studenti) tra i 18 e 21 anni.
  • Chi ha figli disabili fiscalmente a carico (indipendentemente dall’età).

Come si richiede:

Presentando domanda all’INPS a partire dal 1° gennaio 2022. La domanda può essere presentata:

  • accedendo alla pagina MyINPS dal sito web inps.it al servizio “Assegno unico e universale per i figli a carico” con SPID almeno di livello 2, Carta di identità elettronica 3.0 (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • chiamando il numero verde 164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile con la tariffa applicata dal proprio gestore telefonico);
  • tramite enti di

Contestualmente alla presentazione della domanda per l’assegno unico per i figli, i richiedenti dovranno allegare anche la dichiarazione Isee per stabilire l’importo dell’assegno. Tuttavia, chi non la presenta riceverà comunque l’assegno calcolato al minimo dell’importo.

Quanto si percepisce:

  • I nuclei familiari con un ISEE fino a 15mila euro riceveranno 175 euro al mese con un figlio, 350 con due figli, 610 con tre figli e 970 con quattro figli ( in quest’ultimo caso, la cifra sale a 1.090 euro al mese se entrambi i genitori lavorano), a queste cifre vanno aggiunti i 20 euro al mese a figlio in caso di mamma under
  • I nuclei familiari che superano i 40mila euro di ISEE invece riceveranno per l’assegno unico 50 euro al mese con un figlio, 100 euro con due figli, 165 euro con tre figli, 330 euro con 4 figli. Anche in questo caso vanno aggiunti i 20 euro a figlio se la mamma ha meno di 21 anni mentre non viene prevista la maggiorazione per entrambi i genitori
  • Per i nuclei familiari che hanno un valore ISEE da 15.001 a 39.999 euro, gli importi verranno ricalcolati da parte dell’INPS, in funzione del valore dell’ISEE.
  • I nuclei familiari che hanno figli disabili riceveranno l’assegno unico senza limiti di età dei figli disabili. Per i figli minori a carico si ricevono 105 euro al mese in più in caso di non autosufficienza, 95 euro in caso di disabilità grave e 85 euro in caso di disabilità media. Per i figli maggiorenni disabili, e fino a 21 anni, si riceveranno 50 euro al mese in più (che si sommano all’assegno previsto tra i 18 e i 21 anni) mentre oltre i 21 anni si continuerà a ricevere un assegno in base all’Isee che andrà da 85 a 25 euro al
Nursing Up Veneto